Benvenuto

Crea GRATIS la tua AREA RISERVATA!

Potrai gestire con tutta facilità i tuoi annunci e tutti i servizi senza dover aspettare conferme via email.

Registrati subito e scopri i vantaggi che ti offre autogarantita.it

Registrati

INSERISCI ANNUNCIO

McLaren 12c Spider: 625 Cv con velocità max di 329 km/h

Pensare di vederne una su strada, qui da noi, è improbabile. L’unica concessionaria italiana della McLaren è a Milano e di 12C, prodotta in versione coupé e spider con identica motorizzazione, ne ha finora vendute una ventina. Da questo punto di vista, la McLaren 12C Spider, l’ultima nata, è un Ufo: chi la incontra si ferma ad ammirarla, perché è splendida con le porte che si aprono ad ala di farfalla; poi sbircia il marchio sul cofano, senza riconoscerlo; infine si avventura nella zona posteriore e finalmente legge il nome del costruttore. D’altra parte, con la normale circolazione la McLaren ha sempre avuto poco a che fare. Per risalire al modello precedente, il primo, bisogna andare al 1993 quando, in occasione del trentennale della scuderia, fu presentata la F1: un’auto straordinaria, la prima da strada costruita con scocca in fibra di carbonio, tre posti (quello di guida centrale) e velocità massima di 386 km/h che ne fa ancora oggi l’auto stradale più rapida di sempre tra quelle con motore aspirato, senza turbocompressori. Tecnologia La 12C Spider di turbo ne ha invece due: servono per spremere 625 Cv dall’8 cilindri a V da 3,8 litri. Un motore compatto e leggero (199 kg) perchè il peso è una fissazione della McLaren che, dal 1981, per le auto da corsa e da strada usa solo scocche in carbonio. Quella della 12C è una piuma da 75 kg e per costruirla vengono impiegate solo 4 ore. Questa cellula così rigida e leggera si sposa benissimo con il sistema di telaio composto da sospensioni di ispirazione F.1 (doppi bracci trasversali e molle elicoidali) e ammortizzatori adattivi che, interconnessi con un circuito idraulico, si adattano alle richieste di strada e pilota. Il risultato è che la Spider inglese è di un’agilità incredibile nel susseguirsi di curve a medio e corto raggio, sempre stabile sull’asfalto anche nelle frenate al limite e in accelerazione, dove non mostra esitazioni di trazione.

Pagine: 1 2